No text

LA TOMBA CELTICA

Un piccolo grande pezzo di storia
12/06/2015

Durante gli scavi del 2010-2011 per la costruzione del metanodotto SNAM lungo la linea Cremona-Sergnano, sono stati fatti dei ritrovamenti appartenenti al mondo celtico in prossimità del comune di Romanengo.
Si tratta di una una sepoltura ad incinerazione con corredo di armi di un guerriero, individuata nell’area rurale del comune lungo il confine meridionale con Salvirola.

Questa sepoltura segue il rito dell'incinerazione e si presenta in una fossa rettangolare di 2 x 0,80 metri circa.
Insieme alla ceneri del celta son ostati ritrovati anche i suoi armamenti: una lancia, una spada, una catena e un puntale di rinforzo (figura a lato), tutti in ferro.
Le sue armi e gli elementi di corredo fanno pensare che il guerriero arrivasse dalla Slovenia o dalla Croazia.

La tomba, oltre che ad essere importante per il Comune di Romanengo per la sua antichità e il suo pregio storico, sono importanti per  tutto il territorio cremonese, perchè permette di accertare la presenza celtica e di raffinare la datazione cronologica di tale presenza.

Un piccolo grande pezzo di storia che ci rende particolarmente entusiasti e che ci testimonia quanto ancora c'è da scoprire e da sapere sui luoghi in cui camminiamo ogni giorno!


Nella foto il corredo deposto nella tomba, dopo il restauro

Su concessione del Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo - Soprintendenza Archeologica della Lombardia.
E' vietata ogni riproduzione o duplicazione con qualsiasi mezzo non autorizzato. 





Categorie: Storia e Arte

Condividi




Accedi per Commentare