No text

INAUGURAZIONE: ECCO COME ╚ ANDATA

Alta affluenza di autoritÓ e cittadini
02/11/2015

Domenica 18 ottobre 2015 è stata una giornata da ricordare per l'Amministrazione comunale di Romanengo e per l'Ecomuseo.

Finalmente, dopo anni di restauri, la Rocca è stata inaugurata come sede ufficiale dell'Ecomuseo alla presenza di molte autorità locali che hanno contribuito sin dall'inizio di questo progetto alla sua realizzazione. Tra i presenti, oltre al sindaco di Romanengo Attilio Polla, che ha tenuto il discorso iniziale, anche i consiglieri Regionali Federico Lena e Carlo Malvezzi, la sen. Silvana Comaroli, il sindaco di Offanengo Gianni Rossoni, la presidentessa della Pro Loco di Romanengo Maria Grazia Crotti, l'assessore alla cultura di Romanengo Federico Oneta, la presidente della fondazione Vezzoli Erminia Imberti. Presenti anche gli ex sindaci Gianni Silva, che ha iniziato i lavori di messa in sicurezza, e Marco Cavalli, che ha iniziato i lavori di risanamento conservativo nel 2013, l'ex vice sindaco di Romanengo Luigi Scio, Antonio Agazzi, Ada Schiavini, il prof. Cristian Chizzoli, il dott. Giancarlo Oleotti, Andrea Bignami della Fondazione Cariplo, l'ass. com. di Soncino Fabio Fabemoli, il dirigente scolastico prof. Alessandro Samarani, il presidente della Pro Loco di Soncino Mauro Bodini, l'ass. com. di Offanengo Elisa Carelli, il Comandante della polizia locale di Soncino e della Unione dei Comuni Lombardi dei Fontanili Luca Bonizzoni, il dott. Marco Agosti, Valerio Ferrari, la prof. Juanita Schiavini e il maresciallo dei Carabinieri Girolamo Romano.
Altissima anche l'affluenza della popolazione, che ha voluto essere partecipe in prima persona a questo evento che significa molto per tutto il territorio.

Oltre a presentare gli interventi di risanamento e conservazione, la giornata di domenica è servita anche per raccontare una breve storia della Rocca, dalla sua costruzione alla sua parziale demolizione, arrivando al ritrovato splendore dei giorni nostri. Un intervento di risanamento durato 16 anni, iniziato dalle amministrazioni precedenti e portato avanti negli anni per restituire alla Rocca e alla comunità di Romanengo un patrimonio prezioso, grazie all'interesse e al contributo della Fondazione Cariplo e della Regione Lombardia e alla progettazione e direzione dei lavori portata avanti dall'architetto Alberto Gorla e dall'Arch. Silvia Scotti, dell'Ufficio Tecnico comunale, progettista dell'Ecomuseo.
Al termine della giornata, l'arrivo dell'Ass. regionale Cristina Cappellini, accompagnata da un gruppo di figuranti in costume d'epoca, e la visita alla struttura guidata dall'assessore alla cultura Federico Oneta.

Ora la Rocca è pronta per essere utilizzata a pieno, erogare diversi servizi e dare vita ad attività che coinvolgono la cittadinanza: mostre, convegni, corsi, eventi...
Senza il coinvolgimento di chi ha creduto in questo progetto non sarebbe stato possibile arrivare a questo punto e recuperare un pezzo della nostra storia, ecco perchè il Sindaco ci ha tenuto a ringraziare Fondazione Cariplo, Regione Lombardia e i professionisti che hanno messo a disposizione le proprie competenze per la realizzazione dell'opera.

Ora che il nastro è stato tagliato, per l'Ecomuseo inizia un nuovo cammino!  

Consulta anche la Rassegna stampa

Immagine tratta dall'articolo pubblicato dal giornale Primapagina del 23/10/15

Condividi